Come fare il proprio sito internet

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×

I siti internet non sono tutti uguali.

Ogni sito internet ha la propria struttura, creata in base agli obiettivi di business dell’attività che ne è proprietaria.

Nella checklist che hai scaricato hai imparato che:

  • Un sito che funziona deve rappresentare al meglio il tuo business e i tuoi obiettivi.
  • Un sito che funziona deve avere una buona relazione con chi lo utilizza.
  • Un sito funzionante deve avere un buon rapporto con i motori di ricerca.

Adesso che hai compreso le caratteristiche principali che deve avere il tuo sito, cominciamo a sviscerare quali sono i passaggi importanti da fare per mettere in piedi un sito efficace.

Parto dal presupposto che tu non sia uno sviluppatore esperto (altrimenti perché leggere questa guida?) e comincio a spiegarti le due tipologie principali di sito internet.

Ogni sito ha il suo scopo

La prima tipologia di sito è il sito vetrina.

Vengono definiti siti vetrina quei siti che presentano il business e i suoi prodotti al meglio. Ma abbiamo anche detto che ogni sito ha precisi obiettivi: dopo che la persona ha visitato la vetrina, dobbiamo incentivarla a compiere alcune azioni, che possono essere le seguenti:

  • Cercare il punto vendita più vicino, nel caso in cui la tua attività sia uno o più negozi fisici,
  • Contattare l’azienda per richiedere informazioni, nel caso tu non abbia punti vendita ma vendi servizi e dunque desideri che le persone ti chiedano preventivi per le tue prestazioni,
  • Condividere la scheda prodotto sui social media, nel caso tu avessi un catalogo di prodotti che vendi offline.

L’altra tipologia di sito è l’e-commerce.

L’e-commerce è il sito per vendere direttamente online.

In questo caso il tuo non è solo un sito: è un vero e proprio negozio. Dunque dovrai fare diverse valutazioni sui prezzi, sulla logistica, la gestione dei resi e l’assistenza ai clienti, prima di crearlo.

La prima regola di un buon e-commerce è quella di essere intuitivo e facile da usare: bisogna rendere semplice al cliente fare un acquisto.

Di cosa hai bisogno? Di un sito vetrina o di un e-commerce?

Prima progettare e dopo fare

Abbiamo detto che il sito deve rispondere a obiettivi precisi. Quindi, prima di tutto, va studiato e progettato, e solo dopo va vestito. Insomma, non si parte mai dalla grafica, prima si pensa a cosa ci deve essere.

Se vuoi progettare da solo il tuo sito ti basterà partire da foglio e penna.

Devi cominciare a disegnare l’albero del sito.

(Esempio in figura)

Come nell’esempio in figura, parti dalla Homepage e passo dopo passo vai sempre più in profondità con la struttura e pensa a quali pagine hai bisogno di inserire. Quali sono le pagine e i contenuti necessari per te e per i tuoi clienti?

Pensa sempre in modo schematico, con una struttura di pagine principali e pagine figlie.

Indica le zone in cui andranno i contenuti: dove si trova il logo? Dove vanno i testi e le immagini?

Che tipo di contenuti ci saranno? Quali informazioni fornirai alle persone e ai motori di ricerca?

Avere chiaro questo processo potrebbe servirti anche nel caso in cui decidessi di rivolgerti ad un professionista. Se ti dovessi accorgere infatti, che il sito è troppo complesso per realizzarlo da solo, almeno sarai in grado di comunicare ciò di cui hai bisogno al professionista che chiamerai.

La realizzazione

Solitamente i siti internet si appoggiano su un CMS.

Cos’è un CMS?

CMS è l’acronimo di Content Management System, cioè sistema di gestione dei contenuti. Sono strumenti che rendono facile la gestione dei contenuti dei siti web, consentendo la loro realizzazione anche per chi non ha competenze specifiche di programmazione.

Apro una piccola parentesi. I CMS non sono software per sviluppare siti internet. Volendo è possibile realizzare un sito internet anche senza l’uso di un CMS. Tuttavia, anche gli sviluppatori esperti si appoggiano ai CMS perché, una volta realizzato, il sito va gestito e aggiornato. La gestione e l’aggiornamento del sito non sempre dipendono dallo sviluppatore. Quindi è corretto realizzare un sito internet che si appoggi a un CMS per poter consegnare nelle mani del cliente un prodotto che egli stesso può imparare ad aggiornare in autonomia.

Esistono diversi tipi di CMS.

Come si sceglie quello giusto?

In genere si analizzano i costi, le caratteristiche e le funzionalità in base alle esigenze.

Per i siti vetrina (e/o blog) il più utilizzato è WordPress.

Esistono altre alternative per creare un sito vetrina, ma sono alternative così limitate che non mi sento di consigliarle.

Per gli E-commerce invece la scelta è un po’ più ampia. I CMS più in voga sono:

  • Prestashop
  • Woocommerce (estensione di WordPress)
  • Shopify
  • Magento

Come si sceglie il CMS giusto?

Va da sé che se hai bisogno di un sito vetrina, il mio consiglio è quello di utilizzare WordPress.

WordPress è una piattaforma così diffusa che ha letteralmente creato un ecosistema attorno a sé. Per questo motivo sarai sicuramente in grado di trovare le giuste informazioni per poter cominciare a lavorare in autonomia al tuo sito.

Invece, se hai bisogno di realizzare un e-commerce ti consiglio di prenderti un po’ di tempo per capire qual è il CMS che fa per te. Anche se non hai mai avuto a che fare con la realizzazione di un sito Internet, non devi preoccuparti, perché ognuno dei questi che ti ho citato offre tutorial molto dettagliati, realizzati sia dalla piattaforma stessa, sia dagli utenti esperti.

In pratica

Per progettare il tuo sito procedi nel seguente ordine:

  • Disegna la struttura della tua homepage;
  • Progetta l’aspetto delle pagine del tuo sito;
  • Pensa al/ai menu di navigazione;
  • Progetta il footer (ossia il piè di pagina, tutto quello che sta nella parte bassa del tuo sito. In genere ci stanno informazioni come i contatti, i copyright, la privacy, etc);
  • Pensa alle eventuali barre laterali;
  • Rendi l’esperienza di navigazione semplice: qualunque sia il tipo di sito che andrai a realizzare, l’utente deve trovare quel che cerca con facilità.

Spero di averti dato il giusto input per la realizzazione e cura del tuo sito internet. Per dubbi, chiarimenti e confronti, puoi lasciare un commento.

Lascia un commento
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Google+ 0 Email -- 0 Flares ×